Il comitato dei ministri del Consiglio d’Europa ha deciso di chiudere il monitoraggio sull’Italia, aperto dalla Corte di Strasburgo che aveva condannato il nostro Paese per aver violato il diritto al rispetto della vita familiare e privata dei coniugi Costa Pavan, affetti da fibrosi cistica.

I giudici avevano sottolineto che, mentre con la legge 40 si vietava l’impianto dei soli embrioni non affetti dalla malattia dei genitori, gli stessi erano autorizzati a ricorrere all’aborto se il feto fosse risultato affetto dalla patologia.
Il comitato dei ministri ha sancito che l’Italia non rischia più di incorrere più in una simile violazione da quando ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 1, commi 1 e 2, e dell’articolo 4, comma 1, della legge 40, nella parte in cui non consentono il ricorso alle tecniche di procreazione assistita alle coppie fertili portatrici di malattie genetiche trasmissibili.
La coppia Costa Pavan, dopo la sentenza di Strasburgo, ha fatto ricorso al tribunale di Roma ottenendo che l’azienda sanitaria locale intraprenda le procedure mediche per garantire alla coppia di accedere alla diagnosi preimpianto.

ottobre 16, 2016
L'Italia ha messo in regola la legge 40

L’Italia ha messo in regola la legge 40

Il comitato dei ministri del Consiglio d’Europa ha deciso di chiudere il monitoraggio sull’Italia, aperto dalla Corte di Strasburgo che aveva condannato il nostro Paese per […]
ottobre 12, 2016
Come accedere alla PMA

Come accedere alla PMA

La coppia che intende accedere alla procreazione assistita deve esprimere la propria volontà sottoscrivendo congiuntamente il consenso informato ricevuto dal medico responsabile della struttura sanitaria in […]
ottobre 11, 2016
Fecondazione eterologa, Italia in grave ritardo

Fecondazione eterologa, Italia in grave ritardo

La procreazione che coinvolge un donatore o una donatrice di gameti negli ospedali pubblici si fa solo in tre Regioni: Toscana, Emilia Romagna e Friuli Venezia […]
ottobre 9, 2016
PMA, Legge 40 da rifare

PMA, Legge 40 da rifare

Undici disegni di legge e tre petizioni sono nelle mani della commissione Sanità del Senato da cui ricavare materia per una nuova legge in tema di […]