Conferenza Stampa sulla Procreazione Medicalmente Assistita Omnia Fertilitatis
Procreazione Medicalmente Assistita tra psiche-soma e leggi oggi in Italia
febbraio 12, 2016
Sono incinta, ma solo un po'
Sono incinta, ma solo un po’
aprile 5, 2016

Maternità surrogata, proposta di legge dei Radicali

Maternità surrogata

La maternità surrogata è un atto di generosità, non un affare.

Su questo principio si basa la proposta di legge radicale, inviata a tutti i parlamentari, nata dopo lunghi studi sulle normative straniere.
Se ne è discusso nel corso di una conferenza stampa dal titolo: “Gestazione per altri, una buona legge anche in Italia”, a Roma giovedì 3 marzo.
Presenti Marco Cappato (tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica), Novella Esposito, Enkeleida Abhazi, Filomena Gallo (segretario dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica), Rebecca Otorino, Gigliola Toniollo (responsabile dell’Ufficio Nuovi Diritti), Camilla Seibezzi, Giuseppe Civati.

Alla maternità surrogata a titolo gratuito, secondo la proposta di legge dei Radicali, possono accedere coppie, etero o gay, e single maggiorenni e in età fertile.

Per la donna donatrice è previsto solo un rimborso per le spese sostenute durante la gravidanza e un contributo per i soldi persi durante i mesi in cui non potrà lavorare. Previsto anche il riconoscimento dei figli nati con questa tecnica all’estero.
Fondamentale l’articolo 1 della proposta di legge dei Radicali che, a proposito della gestazione per altri, così recita: “… quella di una donna che volontariamente e liberamente ospita nel proprio utero fino al termine della gravidanza un embrione prodotto attraverso le tecniche della fecondazione in vitro e che, prima dell’inizio della gestazione, si è impegnata con atto irrevocabile, da sola o unitamente alla persona con cui è sposata o è convivente, a partorire il figlio del genitore o dei genitori e a rinunciare a qualsivoglia diritto genitoriale sul bambino che nascerà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *