I timori delle donne che si affacciano alla procreazione medicalmente assistita non sono le stesse di quelle dei medici.

Da un sondaggio on line promosso dal Centro Demetra di Firenze, viene fuori che gli ormoni per le donne e le gravidanze gemellari per i medici, sono tra le paure più diffuse.
Alle future mamme tremano i polsi per le conseguenze che la stimolazione ormonale possono avere sulla propria salute. A seguire ci sono i timori per il fallimento e per le conseguenze sull’equilibrio personale e di coppia.

Per i medici i rischi reali sono ben altri

Le complicanze di una gravidanza gemellare, che in Italia costituiscono il 20% di tutte le gravidanze ottenute, sono maggiori di una gravidanza singola. Parto pre-termine, mortalità perinatale, diabete gestazionale e ipertensione, pericoli ignorati dalle donne intervistate allarmano invece, e tanto, i camici bianchi.
Paure e convinzioni sbagliate
Molte donne, evidenzia il sondaggio, ritengono che trasferire più embrioni aumenti le probabilità di una gravidanza, mentre in realtà aumenta sono solo la probabilità di una gravidanza gemellare. Mentre l’elevata qualità della tecnica di crioconservazione degli embrioni non trasferiti, tutela la paziente rispetto ai rischi presenti in un trasferimento multiplo. In caso di insuccesso e di un nuovo tentativo i margini di successo sono gli stessi del primo.

dicembre 26, 2016
PMA: le paure delle donne, le paure dei medici

PMA: le paure delle donne, le paure dei medici

I timori delle donne che si affacciano alla procreazione medicalmente assistita non sono le stesse di quelle dei medici. Da un sondaggio on line promosso dal […]
ottobre 25, 2016
Cosa bisogna sapere se si vuole fare la PMA nel Lazio

Cosa bisogna sapere se si vuole fare la PMA nel Lazio

Sono circa duemila le coppie che dal Lazio si spostano ogni anno in altre Regioni per l’esecuzione di una tecnica di Procreazione Medicalmente assistita. Il governatore […]
ottobre 12, 2016
Come accedere alla PMA

Come accedere alla PMA

La coppia che intende accedere alla procreazione assistita deve esprimere la propria volontà sottoscrivendo congiuntamente il consenso informato ricevuto dal medico responsabile della struttura sanitaria in […]
ottobre 11, 2016
Fecondazione eterologa, Italia in grave ritardo

Fecondazione eterologa, Italia in grave ritardo

La procreazione che coinvolge un donatore o una donatrice di gameti negli ospedali pubblici si fa solo in tre Regioni: Toscana, Emilia Romagna e Friuli Venezia […]